Esiste a Genova dal 1954.
E’ un ente di diritto pubblico, senza scopo di lucro, istituiti e regolamentati da apposite leggi (D.Lgs.C.P.S. n° 233 del 1946 e D.P.R. n° 221 del 1950).
In Italia i Collegi Ipasvi sono 100: i primi si sono costituiti nel 1954 (L.1049 del 1954).
La normativa affidata ai Collegi ha sia una finalità esterna, sia una finalità interna. Siamo cioè impegnati nella:
  • tutela del cittadino/utente che ha il diritto, sancito dalla Costituzione, di ricevere prestazioni sanitarie da personale qualificato, in possesso di uno specifico titolo abilitante, senza pendenze rilevanti con la giustizia ecc.
  • tutelare gli infermieri iscritti all’Albo, tutelandoli nella loro professionalità:esercitando il potere di disciplina,
    •  contrastando l’abusivismo
    • vigilando sul rispetto del Codice deontologico, 
    • favorendo la crescita culturale degli iscritti, 
    • garantendo l’informazione,
    • offrendo servizi di supporto per un corretto esercizio professionale.  

Tutta l’attività è sovvenzionata dalle quote degli iscritti, che ogni Collegio stabilisce in rapporto alle spese di gestione della sede, al programma di iniziative (corsi, informazione,
rivista, consulenza legale, ecc.) e alla quota da versare alla Federazione per finanziare le iniziative centrali. L’organo di governo del Collegio è il Consiglio direttivo, che si rinnova ogni triennio attraverso una consultazione elettorale di tutti gli iscritti. Ogni Consiglio distribuisce al proprio interno le cariche di presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere. Il presidente ha la rappresentanza del Collegio provinciale ed è membro di diritto del Consiglio nazionale.